La tecnica PolyJET si basa sulla deposizione di strati liquidi di fotopolimeri sensibili ai raggi ultra violetti e quasi in contemporanea due potenti lampade UV provvedono al loro indurimento.
Questa tecnica ha la caratteristica di ottenere delle superfici la cui rugosità varia dai 2-3 micron ai circa 15 micron.